Research centres

CARVET - Centre for Action Research in Vocational Education and Training
Centre for Psychosocial Research regarding Services for People
CREAa: Centre for Research in Ethnography and Applied Anthropology, "Francesca Cappelletto"
Education and Didactics Research Centre
Intercultural Studies Centre (CSI)
ORFEO Research Centre - sound, image, writing
POLITESSE - Research Centre on the Politics and Theories of Sexuality
Study Centre for Gender Differences regarding Education and Training
Tiresia Research Centre - Philosophy and Psychoanalysis
The Centre investigates intersections, influences and differences concerning philosophy and psychoanalysis.
Centro di ricerca ASKLEPIOS - Filosofia, cura, trasformazione
E’ costituito presso il Dipartimento di Filosofia, Pedagogia e Psicologia dell’Università degli Studi di Verona il Centro di ricerca “Asklepios.  Filosofia, cura, trasformazione”.
Obiettivo del Centro è quello d’indagare, approfondire, confrontare autori, testi, indirizzi di pensiero che si occupano di cura filosoficamente fondata e orientata (epimeleia heautou, cura sui, fenomenologia della cura) (dallo ‘Statuto’, art. 1 e 2, cfr. “Documenti disponibili”)



Fondatori: Carlo Chiurco, Guido Cusinato, Mario Lombardo, Linda Napolitano
 
Direttivo e Comitato Scientifico: Carlo Chiurco, Marco Dalla Valle, Fabio De Nardi, Mario Lombardo, Linda Napolitano
 
Aderenti al Centro (novembre 2015):
.Giulia Angonese (Dottore Magistrale e Dottoranda in Filosofia, Università di Verona)
-Laura Arlandi (Dottore Magistrale in Filosofia, Tecnico-Amministrativo, Responsabile della Biblioteca Dipartimentale di Filosofia, Università di Verona)
-Cecilia Barbetta (Ricercatore in Storia della Filosofia, Università di Verona)
-Francesco Benoni (Dottore Magistrale e Dottorando in Filosofia, Università di Verona)
-Milena Bontempi (PHD in Filosofia, Assegnista di ricerca in Storia della filosofia antica, Università di Verona)
-Annarosa Buttarelli (Filosofa, Segretario Scientifico del Master veronese “Consulenza filosofica di trasformazione” Università di Verona, Presidente della Società “Aspasia” per la consulenza filosofica di trasformazione)
-Maria Chiara Bruttomesso (Dottore Magistrale e Dottoranda in Filosofia, Università di Verona)
-Laura Candiotto (Assegnista di ricerca in Filosofia teoretica e Marie Curie Fellow, Università di Venezia)
-Carlo Chiurco (Ricercatore in Filosofia Morale, Università di Verona)
-Ornella Crotti (Dottore Magistrale in Filosofia, iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Lombardia)
-Cinzia De Lotto (Docente in Letteratura Russa, Università di Verona)
-Guido Cusinato (Docente in Filosofia Teoretica, Università di Verona)
-Fabio De Nardi (Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatra e Psicologia Medica)
-Anna De Odorico (Dottore Magistrale in Filosofia, Consulente filosofico di trasformazione)
-Marco Dalla Valle (Infermiere Professionale, Dottore Magistrale in Lettere, Biblioterapista)
-Arianna Fermani (Ricercatore in Storia della filosofia antica, Università di Macerata)
-Mario Lombardo (Docente in Filosofia Teoretica, Università di Verona)
-Isabella Marodin (Infermiera Professionale, Dottore in Filosofia)
-Sara Moretto (Medico Chirurgo, Dottore in Lettere e in Filosofia)
-Linda Napolitano (Docente in Storia della filosofia antica Università di Verona, Consulente esterno alla formazione personale del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano-Pordenone, studiosa di Medicina Narrativa)
-Arnaldo Petterlini (Docente Universitario in quiescenza in Filosofia delle Religioni, iscritto all’Albo degli Psicologi della Regione Veneto)
-Davide Poggi (Ricercatore in Filosofia teoretica, Università di Verona)
-Lucia Procuranti (Ricercatore in Storia della filosofia, Università di Verona)
-Nicoletta Suter (Dottore Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, Gestalt Counsellor, Responsabile alla Formazione del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano-Pordenone)
-Ivana Truccolo (Dottore in Sociologia, Responsabile della Biblioteca Biomedica del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano-Pordenone)
-Luigi Vero Tarca (Docente in Filosofia teoretica, Università di Venezia)
-Luciano Vettore (Medico Chirurgo, membro della Giunta della Società Italiana di Pedagogia Medica)
-Silvia Zanolla (Dottore Magistrale in Beni Culturali, Consulente filosofico di trasformazione)

 
Centro di ricerca "FormaMentis"
Il centro di ricerca "FormaMentis" si propone come polo di ricerca avanzata sulla fenomenologia delle relazioni di cura, sui processi di formazione (PaideiaBildung) nelle diverse discipline e culture e sulla filosofia come esercizio di trasformazione. Obiettivo del centro è quello di promuovere una riflessione non riduzionistica sulla condizione umana  in una prospettiva interdisciplinare.  
 

Comitato scientifico: 
 
Daniele Bruzzone
Roberta De Monticelli 
Luigina Mortari 
Elena Pulcini 
Silvano Zucal
 
 
 
 
Direttivo: 
 
Maria Cecilia Barbetta 
Maria Chiara Bruttomesso 
Anna Rosa Buttarelli 
Guido Cusinato 
Daniele Loro
 
 
 
 
Centro di Studi Politici “Hannah Arendt”
“… a world of things is between those who have it in common”
Hannah Arendt

IL CENTRO
Il Centro di studi politici “Hannah Arendt”, nato nel 2016, si propone di intrecciare la ricerca filosofico-politica nel campo degli studi arendtiani con la ricerca e la riflessione politica sulla contemporaneità, in una prospettiva interdisciplinare aperta al contributo delle scienze umane e sociali. A tal fine il Centro riunisce studiosi e studiose di diversa provenienza disciplinare e si avvale di un’ampia rete di relazioni e collaborazioni scientifiche a livello nazionale e internazionale.
Come luogo di ricerca, il Centro promuove sia attività di ricerca filosofica o storiografica nel campo degli studi arendtiani, sia ricerche su temi e problemi di particolare rilevanza per la riflessione sul mondo contemporaneo. Tra questi: i temi della libertà politica, della felicità pubblica e della democrazia; il rapporto tra dimensione istituzionale e dimensione partecipativa della vita politica, con particolare riguardo ai nodi della cittadinanza, del potere e della violenza, dell’inclusione e dell’esclusione; l’impatto dei processi di globalizzazione sulla dimensione politica, con particolare riferimento alla crescente rilevanza politica della sfera economica e del diritto internazionale; le implicazioni politiche delle trasformazioni economiche e sociali in atto nella tarda modernità, anche con riferimento ai processi formativi e lavorativi; le implicazioni politiche di questioni tradizionalmente connesse alla sfera privata, come quelle della maternità, della sessualità e del genere, della vulnerabilità e della cura.
Come luogo di formazione e di confronto politico-culturale, il Centro di studi politici “Hannah Arendt” intende inoltre rivolgersi a un pubblico ampio e contribuire, anche in collaborazione con altri soggetti, alla sviluppo di riflessioni e saperi critici sulla politica e il “mondo comune”.

THE CENTER
The Hannah Arendt Center for Political Studies, founded in 2016, is a research institution that aims at connecting Arendtian academic scholarship with present-oriented political research from an interdisciplinary perspective that brings together the human and social sciences. To this end, the Center brings together scholars involved in different research areas and relies on a wide network of scientific relationships and collaborations, both national and international.
As a place of research, the Center addresses both theoretical and historical aspects of the “Arendtian studies”. It also addresses important emerging political issues for a better understanding of the contemporary world, such as: political freedom, public happiness and democracy; citizenship, power and violence, inclusion and exclusion; the impact of globalization processes on the political sphere, the growing political relevance of economics and international law; political implications of economic and social change in late modernity, also with reference to educational and professional processes. A specific interest is reserved to the political dimensions of issues traditionally associated with the private sphere, such as sexuality and gender, maternity, care and vulnerability.
As a place for public debate and democratic training, the “Hannah Arendt” Center aims to extend the practice of philosophical and political thinking beyond academic and/or professional boundaries, qualifying as an educational site at large, where cultural debates take place, in collaboration with others active in the public sphere. We intend to promote critical thinking and diffuse knowledge and debates on politics and the “world we have in common”.
 

 

Consiglio direttivo / Board of Directors
Direttrice/Director: Olivia Guaraldo
Membri/Members: Adriana Cavarero, Andrea Felis, Olivia Guaraldo, Luca Mori, Matteo Nicolini, Ilaria Possenti, Leonida Tedoldi
 
Comitato scientifico / Scientific committee
Presidente/President: (di prossima pubblicazione/forthcoming)
Membri/Members: (di prossima pubblicazione/forthcoming)
 
Membri del Centro / Fellows
Gli studiosi e le studiose interessati a collaborare possono fare domanda di adesione al Centro in qualità di membri.
Scholars who wish to collaborate as Center’s fellows may apply.
 
Il Centro è attualmente composto dai seguenti membri: (di prossima pubblicazione)
The Center currently consist of the following members: (forthcoming)
 
 
Collaborazioni e partenariati / Collaborations and Partnerships
(di prossima pubblicazione / forthcoming)

 
Centro ricerche di Gnoseologia e Metafisica
Il Centro Ricerche di gnoseologia e metafisica ha finalità tanto di ricerca quanto di formazione: riunisce docenti, ricercatrici e ricercatori che indagano con fini teoretici e storici sulla conoscenza che il soggetto ha di se stesso e del mondo e sulle visioni più generali della realtà che ne derivano, con particolare attenzione al dibattito del pensiero moderno e contemporaneo.
CERC - Caring Education Research Center
CERTALENT - European Research Center on giftedness and talent
Gli studenti plusdotati sono coloro che hanno elevate capacità intellettive,artistiche, creative o di leadership, oppure eccellono in ambiti accademici specifici (matematica, scienze, informatica, ecc.). Proprio per questo,necessitano di un adeguato sostegno ed attività a loro dedicate per poter sviluppare appieno il loro potenziale e dare così un contributo allo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese. Il Centro Europeo di Ricerca sul Talento si propone di essere un punto di riferimento per tutti coloro che si occupano di Education, con interventi
specifici dedicati e mirati per gli insegnanti, educatori, psicologi, famiglie e studenti. L'attività di ricerca del Centro è mirata alla comprensione delle funzioni cognitive e dei processi utilizzati da questa particolare tipologia di studenti, sia a livello di ricerca di base che applicata alla didattica. L’esperienza maturata dagli esperti che operano nel Centro consente di offrire agli utenti anche un servizio di consulenza, formazione, supporto e valutazione in linea con gli standard internazionali.


Comitato scientifico 
Ateneo di Verona: 
Ugo Savardi, Ordinario di Psicologia Generale
Roberto Burro, prof. aggregato di Psicologia Generale
Anna Maria Roncorani, Ph.D, assegnista di ricerca

Esterni all'Ateneo di Verona:
Ivana Bianchi, prof.ssa associata di Psicologia Generale dell'Università di Macerata;
Joan Freeman, psicologa, esperta a livello mondiale sul tema della plusdotazione;
Lianne Hoogeveen, Ph.D., direttore del centro sulla plusdotazione dell’Università di Nijmegen (Olanda), secretary of European Council for High Ability;
Daniela Miazza, Ph.D., Vice-presidente e responsabile della formazione dell’Associazione Italiana per lo sviluppo del talento e della plusdotazione

 
IRC-GloCoPoS - International Research Centre for Global and Comparative Policy Studies on the Education and Learning of Adults
The IRC-GloCoPos is an international research hub that fosters global and comparative policy studies on the education and learning of adults. Policy studies involve the systematic examination of the nature, cause and effects of public statements and meaning-making processes behind them. Specifically. The Centre’s objectives are to advance scientific knowledge and to promote knowledge exchange and dissemination in three interrelated areas:
 
1. Comparative policy studies: Much comparative policy studies on the education and learning of adults, in Italy and internationally, still ignore or undervalue the effects of globalization and increased internationalization on education. Research by the Centre will interrogate: How is policy on the education and learning of adults made under the effects of globalization and increased internationalization in education?
 
2. Global policy studies: Research evidence cautions in interpreting education policy in terms of what public or private organizations do at either local, national or global scales, while recognising complex interactions among a plethora of policy actors and adoption of several policy tools to influence education. Research by the Centre will question: Who and what contribute to policy developments on the education and learning of adults across socio-political territories? How do these policy developments affect adult education and learning praxis in specific localities?
 
3. Theory and methods: While comparative and global policy studies on the education and learning of adults is grounded in General and social education as a scientific field (i.e. M-PED/01), other disciplinary perspectives (e.g., political science, sociology, anthropology) can contribute to research advances in these areas. Research by the Centre will explore: What theories, concepts, research methods and strategies can be fruitfully applied to advance comparative and global policy studies on the education and learning of adults?


The Center was co-founded by:
 
a. Department of Philosophy, Education and Psychology at the University of Verona;
b. Department of Learning and Philosophy at Aalborg University;
c. Institute of Research on Population and Social Policies of the National Research Council of Italy (CNR-IRPPS);
d. School of Education at Nottingham University. 
 
Director:
 
Dr. Marcella Milana, University of Verona (Italy)
 
Scientific Committee:
 
Professor Palle Rasmussen, Aalborg University (Denmark)
Dr. Paolo Landri, Institute of Research on Population and Social Policies of the National Research Council of Italy (Italy)
Professor John Holford, Nottingham University (United Kingdom)
Dr. Pia Cort, Aarhus University (Denmark)
 
Members:

Dr. Francesca Rapanà, University of Verona (Italy)
Dr. Larson Anne, Aarhus University (Denmark), Associated member
Dr. Katja Brøgger, Aarhus University (Denmark), Associated member
Dr. Gosia (Malgorzata) Klatt, Melbourne University (Australia), Associated member

 
OSCF - Osservatorio sui consumi delle famiglie
L'Osservatorio sui consumi delle famiglie nasce per iniziativa del gruppo di Sociologia dei consumi del Dipartimento di Scienze Umane di Verona e della societá di indagini di mercato SWG di Trieste, con lo scopo di sviluppare e diffondere gli studi e le riflessioni sul mondo dei consumi, sia dal punto di vista dei risultati che delle metodologie di indagine. Una delle sue attivitá di maggiore portata è il monitorare con cadenza annuale gli orientamenti di consumo e lo stile di vita delle famiglie italiane producendo una newsletter semestrale che condensa i principali fenomeni messi in luce dal lavoro di indagine. L'Osservatorio è collegato al network dei sociologi dei consumi italiani e alla sezione di Sociologia dei Consumi dell'European Sociological Association. Oltre alla autonoma produzione di newsletter ed interventi sulla stampa l'Osservatorio ha come suoi canali di comunicazione la Italian Sociological Review, la collana Sociologia e Ricerca Sociale della casa editrice QuiEdit di Verona e la collana Strutture e Culture Sociali della casa editrice FrancoAngeli di Milano.

Organisation

Department facilities