Laboratori di ricerca

APsyM Lab

APsyM LAB è uno spazio di approfondimento degli aspetti teorici connessi alla misurazione, alla progettazione di disegni di ricerca e all'analisi dei dati in psicologia, partendo da un forte ancoraggio con una concreta realtà di ricerca che lancia continue sfide dal punto di vista metodologico. Tra i filoni di ricerca maggiormente esplorati vi è lo studio delle dinamiche organizzative, dei processi emotivo-motivazionali, della psicologia ambientale, e di alcuni aspetti specifici legati allo studio dei processi cognitivi. Particolare attenzione è posta all’uso della tecnologia a supporto dello studio dei processi psicologici e degli ambienti di apprendimento. Le attività di ricerca condotte all’interno di APsyM LAB sono inserite in un’ampia rete di collaborazioni nazionali e internazionali, sia di natura accademica sia fortemente radicate nel territorio.
Si presenta di seguito una descrizione sintetica dei principali ambiti di ricerca del laboratorio.

Teoria e tecniche della misurazione e di analisi dei dati. Adoperando strumenti tecnologici (remoti e stand-alone, condivisi e residenziali) noti o autoprodotti per la raccolta e l’elaborazione dei dati, APsyM LAB cura la qualità della misurazione di costrutti psicologici, secondo precise regole psicometriche. Una particolare attenzione di  APsyM LAB riguarda anche la fase di analisi dei dati, principalmente di tipo quantitativo, con competenze avanzate, in particolare nelle tecniche di analisi delle strutture di covarianza, anche per dati longitudinali (studio della stabilità e del cambiamento).
Dinamiche organizzative. Utilizzando un approccio centrato sul clima, cioè le percezioni condivise da gruppi di individui attraverso l’interazione sociale, APsyM LAB sviluppa ricerche centrate sul benessere al lavoro, affrontando temi quali la sicurezza nei luoghi di lavoro, l'insicurezza lavorativa, i rischi psicosociali, la gestione delle diversità nelle organizzazioni e la formazione. Tali ricerche coinvolgono in particolare lavoratori e lavoratrici di aziende pubbliche e private.
Processi emotivo-motivazionali. Nell’ambito dello studio dei processi emotivo-motivazionali, APsyM LAB si occupa in particolare del ruolo di emozioni di emozioni e motivazioni in contesti di apprendimento (ad esempio emozioni ed obiettivi di riuscita in studenti di scuola primaria, secondaria e universitari; emozioni di riuscita e Information and Communications Technology; intelligenza emotiva in contesti formativi) e di sviluppo della competenza emotiva nel ciclo di vita (ad esempio sviluppo di concetti ingenui quali benessere e malessere in bambini e adulti; validazione di strumenti per valutare la competenza emotiva nel ciclo di vita; sviluppo della competenza emotiva in relazione a eventi traumatici in bambini e adulti; monitoraggio di stati affettivi nel tempo).

Psicologia ambientale. Le ricerche sviluppate da APsyM LAB in questo ambio hanno lo scopo di studiare in che modo le caratteristiche dell’ambiente fisico influenzano il benessere di individui e gruppi. L’approccio, basato principalmente sulla Attention Restoration Theory, studia l’influenza dell’ambiente fisico nella rigenerazione dell’attenzione (restorativeness). Oltre alle questioni teoriche e ai problemi di misurazione in tale ambito, la ricerca viene situata in contesti specifici, lavorativi, educativi, culturali (ad esempio ambienti museali), anche con declinazione orientata alla psicologia architettonica e alla psicologia del design di interni.

Processi cognitivi. Temi classici della Psicologia come lo studio dell’esperienza percettiva, la psicofisica, le teorie, i modelli e le ricerche su coscienza, attenzione, memoria, pensiero, intelligenza, apprendimento, motivazione e comunicazione sono affrontati da APsyM LAB in diversi contesti dell'indagine sperimentale (programmazione informatica, studio delle abitudini alimentari, processi formativi, etc.).
 

Laboratorio di Psicologia 3
Classificazione standard: ISI-CRUI Aree di ricerca ed interesse: Neurosciences & Behavior (Area: 5) Sociology & Anthropology (Area 14,11,13) Education (Area: 11) Library & Information Sciences (Area: 11) Information Technology & Communications Systems (Area: 9,1)
NPSY-Lab.VR, Laboratory of Neuropsychology
ABOUT US
Lab-NPSY.Vr is the Neuropsychology Laboratory of the Department of Philosophy, Pedagogy and Psychology of Verona University (director: Valentina Moro).  In addition to  the headquarter,  located in the Department of Philosophy, Pedagogy and Psychology in Verona’s University, there are two territorial bases at the Department of Rehabilitation in Sacro Cuore Hospital in Negrar (VR) and at the Alzheimer and Cognitive Disorders Center – DAI of the Integrated University Hospital organization.
The research activity in the laboratory mainly concerns the study of patients affected by neurological damage or mental deterioration  and involves local and international  collaboration
 
Main areas of research:
-       Neural bases of body and action representation in healthy individuals and in patients with focal brain damage
-       Body representation in spinal cord injured subjects
-       Visual perception and imaging disorders in brain injury
-       The unilateral neglect syndrome
-       Dementia and mental deterioration
-       Awareness of disability and anosognosia for hemiplegia
-       Neuropsychological assessment and cognitive training after brain damage and in mental deterioration
-       Biological mechanisms of neural plasticity in rehabilitation processes
 
Lab-NPSY.Vr also participates in neuropsychological assessments and the planning of rehabilitative training, using an interdisciplinary approach. Collaboration with other medical and non-medical professionals (from the fields of neurology, geriatry , rehabilitation, neuropsychiatry, pedagogy, anthropology, psychomotricity) is an important feature of the laboratory
The Laboratory staff are also involved in educational university activities and training courses. 
SLD - Social and Language Development Lab

L'SLD (Social and Language Development) Lab nasce con la finalità di coniugare in maniera sinergica interessi e competenze di ricerca sullo sviluppo delle prime interazioni sociali, della comunicazione e del linguaggio.

Le ricerche condotte nell'ambito del Laboratorio sono fondate sull'osservazione e l'analisi dei processi di sviluppo. Un gruppo di studi è focalizzato sui processi di co-regolazione e sviluppo della comunicazione interpersonale fin dai primi mesi di vita, con l'obiettivo di comprendere i fattori sottostanti percorsi di sviluppo comunicativo-relazionale diversi. Un altro gruppo è focalizzato sui processi di acquisizione e sviluppo della comunicazione e del linguaggio nelle sue diverse componenti, e il ruolo degli aspetti percettivo-motori, cognitivi e sociali, con l'obiettivo di comprendere e approfondire i meccanismi sottostanti lo sviluppo delle competenze comunicativo-linguistiche. Oltre che alla ricerca di base, il Laboratorio è finalizzato alla ricerca clinica e applicata con popolazioni atipiche o a rischio (bambini con ritardo/disturbo di linguaggio, bambini sordi, bambini di famiglie immigrate).

I progetti in corso prevedono l'utilizzo di metodologie osservative per l'analisi dell'interazione del bambino con l'adulto e con i pari in situazioni naturali o strutturate, procedure sperimentali e strumenti di valutazione standardizzati come batterie di test o prove su specifiche competenze. Parte del lavoro di ricerca riguarda confronti cross-culturali per far luce sull'interazione tra aspetti universali e specificità culturali nei primi processi di sviluppo comunicativo e sociale, così come confronti cross-linguistici per meglio comprendere i processi di acquisizione del linguaggio universali e specifici delle diverse lingue.

I risultati delle ricerche possono avere una ricaduta applicativa per le famiglie e gli operatori professionali, al fine di programmare e valutare l'efficacia di strategie di supporto alla comunicazione e trattamenti specifici, anche grazie alla collaborazione con i servizi educativi e sanitari territoriali. Il Laboratorio mantiene una rete di collaborazioni nazionali e internazionali con altre Università e Centri di Ricerca (cfr. SLD Group), e prevede attività formative e di ricerca sul campo e in laboratorio per studenti e dottorandi.

Organizzazione

Strutture del Dipartimento